a tricarico: i maiali neri lucani

La settimana scorsa, approfittando di una rara giornata di sole, s’è deciso di raggiungere nuovamente la confinante Lucania, della cui terra ormai stiamo godendo da tempo le prelibatezze più pregiate.

Meta di questa ennesima scampagnata, alla ricerca di nuove eccellenze da proporre nell’imminente prossimo menù (ebbene sì, manca poco!!!) è stata #TRICARICO, in provincia di Matera, esattamente a metà strada tra i due capoluoghi di provincia.🌿
Si tratta di un piccolo ed arroccato comune montano, ad almeno 800m d’altezza, caratterizzato, oltre che da panorami mozzafiato, da un centro storico piuttosto sviluppato, una parte ‘nuova’ immediatamente antistante quella ‘antica’, ed un bellissimo castello che sovrasta l’intera cittadina.🏰
Ad attenderci c’era Pietro Cetani, proprietario di una numerosa famiglia di maiali, allevati rigorosamente allo stato brado.
A colpirci è stata non tanto, e non solo, l’assenza di “porcili”, così come siamo abituati a vederli negli allevamenti classici, ma soprattutto l’assenza del tradizionale maiale bianco… insomma quello “rosa”.🐷
Il signor Cetani, infatti, alleva esclusivamente Maiali Neri Lucani, razza autoctona. Questi vivono nel sottobosco e si nutrono specialmente di pere e ghiande. Chiaramente la loro nutrizione viene comunque condizionata dall’uomo, che apporta nutrimenti che vanno ad integrare il mangime naturale.
Il maiale nero ha la particolarità di avere una carne più grassosa rispetto al cugino “bianco”. Impiega il doppio del tempo a crescere e riesce a svilupparsi in condizioni ottimali solo vivendo allo stato brado. Esso, infatti, ha bisogno di correre, di scavare, di vivere in branco. È un animale molto intelligente, riconosce il padrone, ricorda le tane… “ha una bella memoria”.
Non è mancato un giro in azienda, che vanta una lunga tradizione ed una vasta esperienza nella preparazione di salumi tipici locali quali capocollo, prosciutto crudo, pancetta, guanciale, lardo, salsiccia stagionata …che, ad essere onesti, non starebbero affatto male su molte delle novità in arrivo.🐗🐽🍴

Il consiglio è sempre lo stesso,
“restate nei paraggi per vederne delle …buone”🍕😍


criscemunno - i ristoranti d'italia 2018

FINALMENTE! 
Oggi vogliamo condividere con voi l’immenso orgoglio di essere stati menzionati nella storica, e sempre più selettiva, Guida de #lEspresso, che ormai da 40 anni fotografa non il mondo della ristorazione italiana, ma il vertice della piramide qualitativa, la parte migliore.


ritorno a vico equense - caseificio "de gennaro"

Scampagnata di fine estate
a Vico Equense! 😎

Questa mattina siamo tornati a far visita agli amici del caseificio De Gennaro, a Vico Equense, allo scopo di fare un nuovo, importante, carico del loro inimitabile #ProvoloneDelMonacoDOP🐮
Nella Penisola Sorrentina pare proprio che l’estate abbia dimenticato di far posto all’autunno, consentendo ancora ai turisti di raggiungerla “a flotte” …e, rigorosamente, in ciabatte!
Così anche a noi è venuta voglia di sole e di mare, ma anche di pizza, che ci ha spinto senza esitazione a raggiungere, sulla spiaggia, la pizzeria dell’amico Antonino Esposito. 😊

Più carichi che mai, vi aspettiamo questa sera nel cuore di Salerno!!!
…solo da #criscemunno 🍕