Vincenzo Egizio da Criscemunno

Che bella sorpresa! 😄
Ieri sera in pizzeria è passato a trovarci il nostro compagno d’avventure, Vincenzo Egizio.
Direttamente da Somma Vesuviana, terra fertile dove coltiva alcuni dei prodotti più rappresentativi del nostro paese, Vincenzo ha portato con sé una serie di DONI preziosi sempre ben accetti.
Sue sono molte delle eccellenze che popolano il nostro menù, come la #Papaccella, il san Marzano #aPacchetelle, ma soprattutto il #Piennolo del Vesuvio, alle quali è stato doveroso dedicare alcune delle pizze più amate dai nostri Amici.

Venite a provarle!
Vi aspettiamo TUTTI I GIORNI, nel cuore di Salerno

 


Un anno di Criscemunno

Ieri trascorreva esattamente UN ANNO dalla realizzazione di un progetto che, maturato dapprima nelle menti di noi tre amici, divenuto realtà, è finito presto col penetrare a fondo nelle nostre vite quotidiane fino a stravolgere ogni singola giornata, ormai interamente dedicate alla creazione, lavorazione e somministrazione di uno dei piatti italiani più invidiato, imitato e apprezzato ovunque nel mondo.

“Un anno più vecchi”, anche questa sera vi aspettiamo in pizzeria, nel cuore di Salerno ❤


La Soppressata di Gioi

Questa sera termina un’altra intensa settimana di #PizzaNapoletana ed #EccelenzeCampane, iniziata alla grande con una interessante passeggiata nel cuore del Cilento, a #Gioi, presso il ‘Piccolo Salumificio Artigianale’ del nostro compagno di viaggio, Raffaello Palladino.
Artigiano nella trasformazioni di salumi, i suoi prodotti sono realizzati esclusivamente a mano e senza l’utilizzo di conservanti o alcun tipo di additivo o dir si voglia.
Tra i pochissimi salumifici in Italia a produrre salumi senza conservanti, quello di Raffaello si articola in un piccolo, ma all’avanguardia, laboratorio circondato da colline in cui scorrazzano in assoluta libertà le sue razze di maiali locali. 
Sicuramente suggestivo è stato vederli liberi di godersi l’ombra ed il fresco del “Parco Nazionale del Cilento”.

VEDI
https://www.facebook.com/soppressatadigioi/videos/10154826876943198/

La loro lavorazione poi avviene in modo tradizionale, nel rispetto dei metodi e delle ricette tramandate nel corso dei secoli.
A Gioi infatti viene storicamente prodotto un antico presidio slow food, “La Soppressata di Gioi”, salume lardellato caratterizzato da una farcia magrissima ed un lardello centrale, cui tra l’altro abbiamo dedicato una tra le più gustose pizze contemplate nel nostro menù, appunto la #SUBBURSATA 🍕

Soppressata di Gioi


Il nostro Menù

Storia e tradizione, sperimentazione e creatività, armonia degli ingredienti, sono le caratteristiche del nostro #nuovomenù. 💪
Accanto le immancabili, molte gustose novità vi aspettano da #criscemunno! 🍕

Le nostre pizze non sono figlie di mode o tendenze del momento ma, come sempre, il frutto di una continua ricerca imperniata sul profondo legame col territorio e la sua storia. 🌞❤


Paolo Ruggiero di Gustarosso da Criscemunno

Ieri sera, a cena, siamo stati onorati della presenza dell’amico Paolo Ruggiero, patron del marchio Gustarosso, il San Marzano che fin dagli inizi della nostra avventura colora le nostre”rosse”! 🍕

Grazie mille Paolo per la splendida sorpresa, specialmente in un periodo che ti vede impegnatissimo, tra campagne informative e pubblicitarie. 😉


Provolone del Monaco "De Gennaro"

Tra le più tipiche eccellenze campane vi è senz’altro il Provolone del Monaco, prodotto nell’area della penisola Sorrentina. Ed è proprio in quel magnifico angolo di paradiso, precisamente a Vico Equense, che siamo stati la settimana scorsa, per far visita a chi di formaggi campani se ne intende:
la famiglia “De Gennaro” che, dal 1850, coltiva una passione che dura ormai da più di cento anni.
Giunti al caseificio, meta di numerosi turisti, in cui la tradizione artigianale si coniuga con le moderne tecnologie, facciamo la gradita conoscenza di alcuni membri della famiglia, con cui immediatamente sfoghiamo la nostra sete di conoscenza, formulando numerosi quesiti circa lo squisito formaggio stagionato prodotto esclusivamente nel territorio dei Monti Lattari, cominciando ovviamente dalla inevitabile domanda… 
Perché “Provolone del Monaco”?
La tesi più accreditata sulle origini di questa curiosa denominazione si riferisce a quanto pare al fatto che i casari che sbarcavano all’alba nel porto di Napoli, con il loro carico di provoloni provenienti dalle varie località della penisola sorrentina, per proteggersi dal freddo e dall’umidità, erano soliti coprirsi con un mantello di tela di sacco, che era simile al saio indossato dai monaci. Una volta arrivati a Napoli, la gente che lavorava al mercato iniziò a chiamare questi contadini, monaci, e di conseguenza il formaggio che essi trasportavano, Provolone del Monaco.

Se volete anche voi sfamare la vostra “fame” di conoscenza riguardo questo formaggio dal gusto inconfondibile e caratteristico come la terra in cui si produce, non vi resta che raggiungerci in Pizzeria, da #Criscemunno 🍕
Vi aspettiamo!


Pomodoro Gustarosso DANI COOP

Generalmente le PIZZE si classificano in ROSSE e BIANCHE, e l’appartenenza all’una o all’altra categoria dipende esclusivamente dalla presenza di pomodoro su di esse.
Quando si parla però di Pizza Napoletana Verace, non si parla di semplice pomodoro, ma Del Pomodoro, protagonista indiscusso delle “ROSSE”: il #SanMarzano.

Nuova tappa dei nostri ormai consueti tour, alla ricerca delle Eccellenze più rappresentative del territorio, è stata appunto #SARNO, dove ormai da tempo lavora instancabilmente DANI COOP, Società Cooperativa Agricola nata grazie alla volontà e alla tenacia di famiglie di agricoltori che hanno sentito forte l’esigenza di unire le proprie conoscenze e la capacità di coltivare il “Pomodoro San Marzano” DOP, nel rispetto di tradizioni tramandate da ben quattro generazioni.
Tra queste, la famiglia dell’amico Paolo RUGGIERO è senz’altro quella di maggior rilievo, composta da coltivatori diretti di pomodoro San Marzano, dal 1910. Paolo, che ci ha gentilmente ospitati, ha colto immediatamente l’occasione di raccontarci come, nel 2009, ha preso vita uno dei suoi sogni: valorizzare al massimo le risorse del suo territorio, dove acqua e terreno vulcanico lo rendono unico, riaffermando non solo l’agricoltura nella Valle del Sarno, ma soprattutto riprendendo quelle belle vecchie abitudini che tenevano unite le famiglie e rinsaldavano i rapporti di amicizia e buon vicinato.
Nasce così il marchio #GUSTAROSSO, fin dall’inizio “un must” per la pizza di #criscemunno. 🍕

Vi aspettiamo anche questa sera nel cuore di Salerno. ❤


Il Canestrato di Moliterno IGP

…la seconda tappa del nostro tour Lucano é stata Moliterno, in provincia di Potenza, alla ricerca del famoso Canestrato IGP. Questo formaggio, prodotto utilizzando latte ovino e caprino allevati a pascoli brado, ci ha da sempre affascinati (lo sà bene chi ci ha seguiti fin dagli albori della nostra avventura “targata #Criscemunno”, ma soprattutto chi è venuto a trovarci in Pizzeria, potendo così sbirciare il nostro menù). 🍕

Per questo, giunti nell’antica terra di Grumentum, abbiamo contattato l’uomo che facesse a caso nostro, Rocco Cassino, specializzato nella stagionatura di formaggi, tradizione tramandata da oltre 4 generazioni.

“Lo Stagionatore di Formaggi” 💪

ha immediatamente colto l’occasione per spiegarci la delicatezza del suo lavoro che rappresenta la prima garanzia per il consumatore insieme a tutti i controlli effettuati e richiesti dal riconoscimento IGP:

Il formaggio viene stagionato in ambiente molto fresco, ben areato dove la concomitanza di vari fattori determina la formazione del microclima indispensabile per ottenere un prodotto di qualità eccellente. Questi locali dove avviene la stagionatura vengono denominati fondaci. Il fondaco, che ha una storia di 200 anni, è un locale interrato che deve avere un pavimento in leggera pendenza per facilitare lo smaltimento dell’acqua, deve essere ben areato e deve avere almeno due o tre ambienti separati, utilizzati nelle varie fasi di stagionatura.

La visita guidata presso l’azienda di Rocco é stata molto appassionante ma soprattutto gustosa, poiché molto spesso ci é toccato “sacrificarci” e fare da assaggiatori. Ovviamente non potevamo tirarci indietro! 😜


Il Caseificio Petruzzi

Per concludere in bellezza la settimana, trovato finalmente un “frammento di tempo libero”, abbiamo immediatamente organizzato una nuova avventura in stile #criscemunno: chi ci ha seguiti nei primi periodi, quando si era ancora lontani, tanto lontani, dall’ideare addirittura “nome e logo” della nostra Pizzeria, ricorderà le numerose “scampagnate”, che ci hanno visti protagonisti, alla RICERCA dei prodotti più rappresentativi dell’Ager Campanus.
Tuttavia la voglia di conoscere Eccellenze sempre nuove ci ha spinti “oltre”, da un Agro all’altro, portandoci questa volta a Paterno (PZ), nella confinante Lucania, dove ad aspettarci c’erano gli amici del Caseificio #Petruzzi. Con loro, abbiamo avuto la fortuna, al giorno d’oggi più che mai rara, di ripercorrere la filiera produttiva dei loro pregiati fior di latte.
Il tour ha preso avvio da dove tutto ha effettivamente inizio: le vacche brune autoctone, da cui si ricava la materia prima più preziosa ossia il Latte Nobile, un latte prodotto senza sfruttare animali e con un alto rapporto Omega6/Omega3, per il quale gli amici di Paterno sono certificati.
Subito dopo siamo stati invitati a visitare il caseificio di famiglia, ormai sito a Paterno dal 1923, dove si articolano i successivi step del processo produttivo, che si svolgono sotto la supervisione di nonno Andrea, coadiuvato dai nipoti, maestri casari, Andrea e Gianuario che, non risparmiandoci neppure dei dettagli più tecnici e difficili da comprendere per chi non è del mestiere , ci hanno fatto da guida, illustrandoci tutti i passaggi della lavorazione dei loro prodotti. 
L’ormai consolidata collaborazione coi fratelli #petruzzi e la resa impeccabile del loro prodotto sulla nostra Pizza Napoletana, ci fanno bene sperare, soprattutto per quanto riguarda le prossime creazioni che presto renderemo note! 😉

Dopo aver fatto il pieno di relax e di prodotti genuini, siamo pronti per cominciare ALLA GRANDE la nostra prossima avventura!

Vi aspettiamo questa sera in pizzeria, da #criscemunno 💪🍕


Criscemunno nuovamente sul Blog di Luciano Pignataro

Nuovamente ci ritroviamo a dover ringraziare il giornalista, scrittore e gastronomo italiano, Luciano Pignataro, che, nel suo seguitissimo Luciano Pignataro Wine Blog, torna a parlare di #criscemunno, e lo fà passando in rassegna le più belle pizzerie campane dell’ultimo anno, “roba da riviste specializzate in architettura”.
Nel nostro caso, con un suggestivo affaccio sulla cattedrale di s.Matteo, ed un locale ricavato all’interno di una delle strutture più antiche della città, non è stato particolarmente difficile creare un luogo magico dove poter mangiare la Verace Napoletana… il merito va ad una delle città più belle d’Italia, Salerno.

Ed è proprio nel cuore di Salerno, nel suo bellissimo centro storico, che vi aspettiamo questa sera! 🍕

LINK

https://www.lucianopignataro.it/a/le-piu-belle-pizzerie/122172/